mercoledì 24 giugno 2015

Un giorno di gloria per Miss Pettigrew - Citazioni

" Sapeva di non essere una persona su cui si poteva contare, ma forse era solo perché, fino a quel momento, tutti avevano dato sempre per scontata la sua inadeguatezza ".

---

" ... ho sentito davvero troppa gente dire che non significa niente, quando sapeva perfettamente che era vero il contrario. E' solo una debole giustificazione per le proprie cattive abitudini... "

---

" - Oh, be'! Si dice che la virtù sia premio a se stessa -.
- Io avrei preferito divertirmi, se il premio è lo stesso in ogni caso -. "

---

" ... non le importava nemmeno di rimanere sola: era lì per guardare, godere e accumulare ricordi, e tanto bastava ".

---

" Adesso anche lei, proprio lei, aveva una destinazione. [...] Adesso viveva, era dentro le cose, vi prendeva parte, inalava vapori d'ambrosia".

---

Qui il post sul romanzo e sul film

domenica 21 giugno 2015

Il diario del vampiro - Scende la notte

Autrice: Lisa Jane Smith
Titolo originale: The Vampire Diaries. The Return: Nightfall (chapters 21-39)
Volume: 6 di 10

---

Scende la notte corrisponde ai capitoli finali (21-39) di Nigthfall, pubblicato in due parti in Italia con i titoli Il ritorno ed, appunto, Scende la notte. E se la scelta di pubblicare separatamente dei romanzi si dimostra deleteria anche per storie più corpose, porta ad un vero disastro per libri come questo, noiosi e inconsistenti.
Continua infatti il piano del demone volpe Shinichi e della gemella Misao per distruggere Fell's Church utilizzando i malach, che inducono le ragazzine ad automutilarsi e buttarsi tra le braccia di chiunque, e che riescono a possedere perfino Demon. Questa cosa mi ha un po' stupito, e negativamente, perché consideravo il vampiro un personaggio forte, e non mi aspettavo che cadesse preda dei demoni così velocemente e facilmente. E la scena in cui tenta di costringere Matt ed Elena a stare insieme per filmarli è stata disturbante.
Ma a salvarlo ci pensa la bionda protagonista amata e desiderata da tutti - quanto ho trovato ridicole le sue Ali della Redenzione e della Purificazione, anche se per un attimo Damon mi è piaciuto di nuovo -.
Unici elementi positivi, la storia della chiave magica che permette di creare stanze e luoghi solo desiderandoli, ed il fatto che Bonnie si sia dimostrata più coraggiosa e meno piagnucolona del solito.
Ma ciò non basta a salvare una storia veramente brutta, priva di contenuti, e mal collegata con i romanzi precedenti.

---

Trama: Qualcosa di sinistro e crudele si è abbattuto su Fell's Church. Elena e le sue amiche hanno trovato forse un nome alla forza che sta travolgendo come un fiume in piena le vite di tutti gli abitanti: Streghe di Salem. Ma quale può essere il collegamento tra le streghe e i malach, le mutevoli creature del male che si sono impossessate di Caroline e Tamra, trasformando le due tranquille ragazze in spaventosi e ambigui mostri senza vergogna? Ora che al fianco di Elena non c'è più Stefan, allontanato con l'inganno e sparito senza lasciare traccia, solo il vampiro Damon può aiutarla. Ma quegli occhi di tenebra nascondono una luce spietata e oscura: un potere più grande minaccia di controllare anche la sua mente...

---

Giudizio personale: 1/5

---

Volumi precedenti:
- Il risveglio
- La lotta
- La furia
- La messa nera
- Il ritorno

giovedì 11 giugno 2015

In absentia

Autrice: Cecilia Latella
Lingua: Inglese

---

In absentia è una breve graphic novel ambientata nel Medioevo, non quello oscuro e soffocante che potremmo facilmente immaginare, bensì un'epoca viva e pulsante che si dispiega davanti ai nostri occhi sotto forma di disegno.
Lo stile è a prima vista molto semplice e spartano, i colori utilizzati sono solo il bianco, il nero, varie sfumature di ocra e qualche volta il grigio. Eppure il tratto rende benissimo la morbidezza dei cuscini, la durezza dei gradini di pietra, la fatica dei contadini.
Ho apprezzato in particolare le scene di più ampio respiro, come il paesaggio con le mucche al di fuori del castello, o il mercato, così brulicante di vita e di particolari.
Per quanto riguarda la trama, Lady Dionea, la protagonista, dopo la partenza del marito per le Crociate, è rimasta sola ad occuparsi del castello, di tutte le vite che gravitano intorno a questo, e dell'educazione dei suoi figli. In ciò è aiutata da un frate, Giacomo, e presto scopriremo che il malessere della donna probabilmente non è dovuto all'assenza del marito (che immagino incarnare la grettezza e la chiusura mentale dell'età oscura), ma ad un desiderio impossibile da realizzare, e alla consapevolezza che l'assenza potrebbe non protrarsi.
Il fumetto è in inglese, ma i dialoghi sono ridotti al minimo, quindi risulta di facile lettura anche a chi non mastichi bene la lingua.
La responsabilità di veicolare i messaggi e le sensazioni è infatti tutta affidata alle immagini - e ai silenzi dei protagonisti -, che se la cavano egregiamente.
L'unico difetto che posso ascrivere a quest'opera - da avida lettrice - è la sua brevità, anche se credo che la storia sia completa e del tutto realizzata così com'è.

... for you whom I love best in all the world they've stolen from me and sent away from me... so I can't see or gaze at you: therefore, I am dying of grief, torment and anger...

---

Trama: Lady Dionea remains alone in her castle when her husband leaves for the crusade. A medieval story about silence and change.

---

Giudizio personale: 4/5