lunedì 30 dicembre 2013

First Impressions

Autrice: Alexa Adams
Sottotitolo: A tale of less Pride & Prejudice

---

[attenzione: SPOILER]

Probabilmente, chiunque abbia letto Orgoglio e Pregiudizio si è chiesto almeno una volta: "Come sarebbero andate le cose se Collins si fosse proposto a Mary? E se Lydia non fosse mai scappata con Wickham?". A questa e ad altre domande risponde First Impressions di Alexa Adams, con il risultato che... non succede nulla. Tutto fila molto, troppo liscio, non c'è tensione, non c'è pathos, nulla che spinga a continuare la lettura (ho impiegato tantissimo tempo per finire il libro).
La prima variation rispetto al romanzo originale, si ha a Meryton, quando Darcy non pronuncia la famosissima frase: "E' tollerabile, ma non abbastanza bella da tentarmi". Infatti, resosi conto che Elizabeth ha ascoltato Bingley che lo esortava a danzare con lei, da gentiluomo qual è, la invita a ballare, e ne è subito attratto.
Così, l'eroe più famoso di Jane Austen, non si oppone alla relazione tra il suo migliore amico e Jane, fa tranquillamente la corte ad Elizabeth, avverte il signor Bennet del pericolo rappresentato da Wickham.
Mi sarei aspettata un po' di tensione almeno quando Darcy si reca a Rosings per mettere in chiaro che non sposerà Anne, e invece non succede niente; ho sperato in un po' di movimento durante la visita di Lady Catherine a Elizabeth, e non accade nulla (anzi, Lizzy alla cara zia piace!!!).
Uniche note di colore, Caroline Bingley che scappa con l'affascinante Wickham (senza creare, d'altronde, troppo scalpore), e la signora Bennet immersa nell'organizzazione di ben tre matrimoni. 

---

Trama: In Pride and Prejudice, Fitzwilliam Darcy begins his relationship with Elizabeth Bennet with the words: "She is tolerable, but not handsome enough to tempt me; I am in no humour at present togive consequence to young ladies who are slighted by other men." What would have happened if Mr. Darcy had never spoken so disdainfully? First Impressions explores how the events of Jane Austen's beloved novel would have transpired if Darcy and Elizabeth had danced together at the Meryton Assembly. Jane and Bingley's relationship blossoms unimpeded, Mary makes a most fortunate match, and Lydia never sets a foot in Brighton. Austen's witty style is authentically invoked in this playful romp from Longbourn to Pemberley.

In Orgoglio e Pregiudizio, Fitzwilliam Darcy comincia la sua relazione con Elizabeth con le parole: " E' tollerabile, ma non abbastanza bella da tentarmi; non sono dell'umore giusto al momento per prendere in considerazione giovani donne lasciate in disparte da altri uomini." Cosa sarebbe accaduto se Mr Darcy non avesse mai parlato in modo così sprezzante? First Impressions esplora come sarebbero andate le cose nell'amato romanzo di Jane Austen se Darcy ed Elizabeth avessero danzato insieme al ballo di Meryton. La relazione tra Jane e Bingley fiorisce senza impedimenti, Mary fa un fortunato matrimonio, e Lydia non mette mai piede a Brighton. L'arguto stile della Austen è autenticamente evocato in questa giocosa commedia da Longbourn a Pemberley.

---

Giudizio personale: 3/5


sabato 28 dicembre 2013

Vampire Knight - Volumi 1 a 6

Autrice: Hino Matsuri
Titolo originale: Vanpaia Naito

---

Il binomio collegio/vampiri non fa proprio per me, per questo ancora non mi spiego perché fossi attratta da Vampire Knight. Probabilmente mi ero fatta affascinare dalle copertine, chissà.
Il fatto è, che non riesco a condividere le critiche entusiastiche presenti un po' dovunque nel web.
Mi è piaciuta la nuova mitologia vampirica, molto ben costruita, con una "scala gerarchica" che va dal Livello A, a cui appartengono i Sangue puro, al Livello E, in cui si ritrovano i vampiri ormai degradatisi a bestie assetate di sangue.
Non mi convince invece la premessa: va bene la questione delle pacifica convivenza, ma perché mettere nello stesso istituto, seppur in classi separate, degli adolescenti umani e dei vampiri centenari, quindi con un grado di maturità totalmente diverso? E perché dare la responsabilità di "Guardiani" a due ragazzini?
Il Volume 1 non mi è piaciuto granché, mentre nel Volume 2 la mitologia si arricchisce e diventa più consistente e convincente, ed è da segnalare il gesto di Yuuki verso Zero e la reazione di Kaname.
I disegni sono belli, anche se i personaggi possono apparire eccessivamente "allungati". Interessante anche i personaggi di Zero e Maria Kurenai e le prime scene tra questi, ed è un buon colpo di scena la comparsa del fratello di Zero.
Gli altri volumi mi hanno lasciata pressoché indifferente, e spesso la lettura mi ha annoiata.
La storia è diventata di nuovo interessante nel Volume 6, con la ricerca di notizie sul passato di Yuuki e i ricordi su quello di Kaname, e il personaggio di Shiri.
E' stato l'unico volume che potrebbe spingermi a continuare la lettura, proprio quando avevo deciso di abbandonare definitivamente il manga.

---

Trama:

Volume 1 - Nel collegio Cross, è in atto una segreta convivenza tra studenti umani e vampiri. Yuki, la protagonista, assieme all'enigmatico Zero ha l'incarico di assicurarsi che questa convivenza sia pacifica, sorretta dal desiderio che, in un futuro, uomini e vampiri possano davvero vivere insieme senza combattere. Questa sua convinzione è dettata anche dai forti sentimenti che prova per il nobile Kaname, il capo carismatico dei vampiri del collegio Cross, che un tempo le salvò la vita... Il tutto arricchito e impreziosito dai disegni dell'autrice, che conferiscono alla storia un fascino e una sensualità assolutamente unici.

Volume 2 - Per quattro anni Zero ha lottato per reprimere l’istinto del vampiro che stava emergendo in lui, poi non è più riuscito a soffocare la sete di sangue e ha morso Yuki. Quest’ultima, più che dal morso, è rimasta sconvolta all’idea che Zero abbia sopportato in silenzio le sofferenze della trasformazione in vampiro, senza condividere il suo segreto con lei. E adesso cosa succederà? Il loro rapporto potrà mai tornare quello di prima? Yuki lo spera, ma non sa che c’è qualcosa che Zero non le ha detto a proposito del destino che lo attende...

Volume 3 - Zero è consapevole del destino che lo attende: ora che è diventato un vampiro, le sue facoltà mentali subiranno una lenta erosione, fino a farlo giungere alla pazzia. Anche Yuki sa che è solo questione di tempo prima dell’inevitabile, ma non può fare a meno di pensare che esista un modo per salvare Zero. Nel frattempo, un flashback rievoca il passato di Zero, Yuki e Kaname, il vampiro per cui Yuki nutre una segreta ammirazione. E nel collegio Cross giunge una nuova studentessa, misteriosa e forse anche pericolosa...

Volume 4 - Un intreccio irresistibile di sentimenti, sangue, disperazione, mistero e il tratto sensuale dell’autrice Matsuri Hino rendono questo manga un vero must per tutti gli appassionati di storie sui vampiri. In questo volume, Zero si troverà faccia a faccia con il mostro che ha sconvolto la sua vita, e Yuki prenderà una coraggiosa ma avventata decisione...

Volume 5 - Quinto appuntamento con il manga di Matsuri Hino, che ci trasporta nel pericoloso e affascinante mondo dei vampiri. Il destino di Zero, il vincolo sanguinoso che lo lega a colei che l’ha reso un vampiro, la comparsa di Ichiru e ora l’attacco di Kaname a Shizuka… Quali sono le reali intenzioni di Kaname? E cosa succederà adesso che qualcuno è morto all’interno del collegio Cross?

Volume 6 - I sentimenti di Zero, i sentimenti di Yuki, i sentimenti di Kaname. Ogni cosa si mescola, lentamente, tingendosi del colore del sangue. Kaname fa a Yuki una proposta che lei non avrebbe mai immaginato di ricevere, e alla quale ora non può fare a meno di pensare. Di Matsuri Hino.

---

Giudizio personale:
Volume 1 - 2/5
Volume 2 - 3/5
Volume 3 - 2/5
Volume 4 - 4/5
Volume 5 - 2/5
Volume 6 - 4/5


sabato 21 dicembre 2013

Persuade me

Autrice: Juliet Archer

---

[ attenzione: qualche piccolo SPOILER]

Ho amato tantissimo questo libro.
Persuasione è il mio romanzo preferito, e per questo sarebbe stato facile trovare una sua rilettura in chiave moderna, qual è Persuade me, mal costruita, di cattivo gusto, o semplicemente brutta.
Invece il lavoro della Archer mi ha catturata da subito, e se solo fosse stato in italiano, l'avrei divorato in un giorno!
Mi è piaciuta moltissimo la moderna Anna, ventottenne, lettrice di russo all'Università. E' una donna gentile, delicata, resa fragile dal rimorso per aver lasciato andare l'amore della sua vita, e dal senso di colpa che le viene dall'infelice matrimonio della sorella Mona (il corrispettivo della Mary austeniana). La scrittrice, infatti, amplia il background della protagonista, attribuendole una breve relazione con Charles Musgrove, terminata la quale, l'uomo, consolatosi tra le braccia di Mona, si è ritrovato padre e marito di una donna molto diversa da quella di cui, anche a distanza di molti anni, è ancora innamorato.
Il Capitano è invece Rick Wentworth, un biologo marino da un decennio in Australia, autore di un trattato, divenuto best-seller, dall'ambiguo titolo di Sex in the sea. Si tratta di un uomo colmo di risentimento e rancore, che vuole ferire ed umiliare Anna quando la crede legata a Charles, ma che impazzisce di gelosia nei confronti del cugino Elliott, e non può dimenticare ciò che è successo dieci anni prima.
Forse ciò che mi è piaciuto meno è stato proprio il quasi continuo ricorrere ai ricordi dei due protagonisti, ma i pregi del libro superano di gran lunga questo "difetto".
La storia fa male quando deve far male, emoziona, c'è una continua tensione, e non riuscivo più a smettere di leggere pur sapendo perfettamente cosa sarebbe successo (tutti gli eventi di Persuasione sono traslati in Persuade me). Ho rallentato parecchio solo a poche pagine dalla fine, perché non volevo che il romanzo finisse, ma l'Epilogo si sofferma per lo più sugli altri Elliott, piuttosto che su Anna e Rick.
Bellissime tutte le scene con i due protagonisti, che ho trovato in particolare molto teneri quando, entrambi, mettono gli stessi abiti indossati a teatro perché pensano che all'altro/a siano piaciuti.
Leggera variazione rispetto alla storia originale, è il periodo di tempo che ha visto separati i due, aumentato da otto a dieci anni. Mi sarei aspettata invece una sua diminuzione, dati i nostri tempi, e la scelta dell'autrice è stata una bella sorpresa, in cui ho visto speranza e fiducia nell'amore vero.
Molto interessante anche l'attualizzazione di Mrs Smith, qui amica sincera e affittuaria (un po' ficcanaso) di Anna, allegra e simpatica, ma al contempo anche molto triste, a causa della permanente invalidità del marito.

---

Trama:  When do you let your heart rule your head?

When it comes to love, Anna Elliot is stuck in the past. No one can compare to Rick Wentworth, the man she gave up ten years ago at the insistence of her disapproving family. What if she’s missed her only chance for real happiness?

Since Anna broke his heart, Rick has moved on – or so he thinks. Out in Australia, he’s worked hard to build a successful career – and a solid wall around his feelings.

The words 'forgive and forget' aren't in Rick's vocabulary. The word ‘regret’ is definitely in Anna’s. So, when they meet again on his book tour of England, it’s an opportunity for closure.

But memories intrude – the pure sensuality of what they once shared, the pain of parting … And she has to deal with another man from her past, while his celebrity status makes him the focus of unwanted attention.

With Anna’s image-obsessed family still ready to interfere and Rick poised to return to Australia, can she persuade him to risk his heart again?

This contemporary re-telling of Jane Austen's last completed novel is the second book in Juliet Archer's Darcy & Friends series, offering fresh insights into the hearts and minds of Austen's irresistible heroes.



Quand' è che lasci che il tuo cuore domini la tua testa?

Quando si tratta di amore, Anna Elliott è bloccata nel passato. Nessuno può essere paragonabile a Rick Wentworth, l'uomo a cui lei rinunciò dieci anni fa sotto insistenza della disapprovazione della sua famiglia.
E se avesse perso la sua unica chance di vera felicità?

Da quando Anna gli ha spezzato il cuore, Rick ha voltato pagina - o, almeno, così pensa lui. Lontano in Australia, ha lavorato duramente per costruire una carriera di successo - ed un solido muro intorno ai suoi sentimenti.

Le parole " perdonare e dimenticare" non sono nel suo vocabolario. La parola "rimorso" è senz'altro in quello di Anna. Così, quando i due si incontrano di nuovo per il book tour di lui, è un'opportunità per chiudere.

Ma i ricordi si intromettono - la pura sensualità di quello che condivisero una volta, il dolore della separazione... E lei deve avere a che fare con un altro uomo dal suo passato, mentre lo status di celebrità di lui lo rende oggetto di attenzioni non volute.

Con la famiglia di Anna ossessionata dall'apparenza ancora pronta ad interferire e Rick pronto a tornare in Australia, può lei persuaderlo a mettere di nuovo in pericolo il suo cuore?

Questo retelling contemporaneo dell'ultimo romanzo completo di Jane Austen è il secondo libro della serie Darcy & Friends di Juliet Archer, che offre un fresco insight nei cuori e nelle menti degli irresistibili eroi della Austen.

---

Giudizio personale: 5/5